The New Pope. Iniziata su Sky la seconda serie….l’opinione di Rita Faletti

postato il 12 gennaio 2020

visualizzazioni: 503

commenti:

 

cropped-aus03230bisbn.jpg

E’ iniziata su Sky la seconda parte della serie televisiva nata dal talento prodigioso di Paolo Sorrentino, The New Pope. Già il titolo prelude a una nuova figura di pontefice, altra da quella che ha dominato la prima parte, e a un modo diverso di intendere la difficile missione di guidare la Chiesa e rapportarsi alla cristianità e al mondo. Se la centralità della figura papale rimane il punto fondamentale della serie, nella prima parte, The Young Pope, è il giovane Papa americano Lenny Belardo ad occupare la scena con la sua personalità, la sua ferma adesione ai dogmi, la sua intransigenza quando afferma che “non è Dio a doversi avvicinare a noi ma noi a Dio”, rendendo vani i tentativi del Segretario di Stato Angelo Voiello di stemperare gli aspetti apparentemente reazionari del proprio pontificato. Ed è sempre il giovane Papa, in coma da mesi, a colpire l’immaginazione all’inizio del primo episodio della seconda parte. Ed è sempre il Segretario di Stato, che si muove con decisione dietro le quinte per imbrigliare il nuovo corso degli eventi, a ordinare  l’apertura del Conclave per l’elezione del futuro Papa (rimarchevole l’accompagnamento musicale del Secondo Coro delle Lavandaie di Napoli) con la speranza di essere eletto.  Dopo l’ennesima fumata nera  l’annuncio: habemus Papam. Non sarà Voiello però a salire sul soglio pontificio, ma Tommaso Viglietti.  Chi è costui? Si chiedono increduli i cardinali. Niente è scontato, sembra suggerire Sorrentino. Il potente Segretario di Stato deve ritrarsi davanti alla volontà imperscrutabile dello Spirito Santo, nel quale sono in pochi a credere dentro e fuori le mura del Vaticano. Sorrentino, lasciati i toni intimistici adatti alla caratterizzazione di un Papa incline alla meditazione e alla preghiera, frequenti gli appelli a Dio, e impermeabile aIle lusinghe della propaganda e ai modelli vincenti della comunicazione, si sposta su una realtà più variegata, complessa e contraddittoria, dove muove i primi passi il  nuovo Papa. Dopo un esordio esitante che gli fa dire tra lacrime di commozione e confusione: “E adesso cosa devo fare?” (Il riferimento è a Papa Luciani) Francesco II, questo è il nome che sceglie per sé, impone le nuove regole: riportare la Chiesa alla povertà delle origini. “Vi libererete di tutte le ricchezze e le distribuirete ai poveri”. “Ci libereremo anche dei rifugiati?” Domanda ironico Voiello. “No, di quelli no”. Non sfugge il richiamo a Bergoglio. “Apriremo le porte a tutti i migranti”. All’obiezione del Segretario di Stato, Francesco II risponde: “Non vorrete mica che il vostro Papa si adombri”. Parole emblematiche che non ammettono repliche e non disdegnano schiaffi e strattoni alla bisogna. Voiello commenta tranciante: “Un Papa che non si rende conto di essere un Papa”. Eppure la stampa lo celebra e le sinistre lo amano. “Quelle non ne hanno azzeccata una”. Dal dogma alla morbidezza del compromesso e del cedimento. Ma Voiello non può rinunciare alla missione di salvare l’istituzione della Chiesa dalla distruzione e mentre i fedeli rimpiangono il giovane Papa americano e sentono forte la sua presenza e il suo messaggio di fede, Voiello si reca in Gran Bretagna  per convincere  l’aristocratico arcivescovo John Brannox a salire al soglio pontificio dopo la morte sospetta di Francesco II. La moderazione della “Via Media” di cui Brannox è promotore servirà alla rinascita della Chiesa e della sua missione nel mondo. Realtà e irrealtà, visione e immaginazione, fatti recenti di attualità si rincorrono e si mescolano nel capolavoro di Sorrentino, il cui principale interesse è la difficoltà dell’essere umano nell’affrontare valori assoluti che vanno ben oltre le ragioni di stato, le riflessioni filosofiche e le avversità,  per concentrarsi sulla fede e sui dogmi. John Brannox dirà a Voiello: “La Chiesa non si preoccuperà dei barboni, si preoccuperà della Chiesa”. E forse, Lenny Belardo si sveglierà dal coma e risveglierà il fascino misterioso del soprannaturale, irresistibile attrazione per l’essere umano.  ritafaletti.wordpress.com         

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.