La battaglia degli scranni……………….l’opinione di Rita

visualizzazioni: 916

commenti: 10

 

Chi non è andato in vacanza non si rammarichi perché questa estate la politica ha molto da offrire in fatto di svago e divertimento. Intanto, per la prima volta nella storia dalla nascita della Repubblica, i parlamentari sono stati invitati ad alzare il culo dalle comode posizioni agostane, per correre tutti a Palazzo Madama.Chiamata alle armi: Salvini ha staccato la spina e vuole andare al voto subito. La crisi che si è aperta è già in sé uno spasso. Il governo scricchiola da mesi e per mesi il grido “al lupo al lupo” ha tenuto col fiato sospeso. Adesso implode. Falso allarme. Quando finalmente ognuno si era messo l’animo in pace, Salvini è andato da Conte per invitarlo a dimettersi, ed è venuto giù il cielo. Ma come, adesso che ti abbiamo votato la Sicurezza bis e la Tav ci molli? Di Maio, sconcertato, ha dato di traditore al socio e ha preso il via la sequenza di contorcimenti, capovolgimenti e torsioni dei partiti alle prese con posizionamenti e alleanze, vecchie, nuove e inedite. Per il bene del paese, intendiamoci, e all’insegna della coerenza e della fedeltà a principi e idee. Renzi,che aveva giurato di lasciare il Pd se avesse costruito un’alleanza con il partito della piattaforma, ora si accinge a farla, quell’alleanza,e non per un governo di scopo, ma istituzionale, confermando il sospetto che la cosa fosse già nell’aria. Zingaretti, che sembrava disponibile a confrontarsi con il grillismo, ora nicchia.Ma siccome ci sono due Pd, uno suo e uno di Renzi, è probabile che il secondo prevalga sul primo. Che nessuno si laceri le vesti se Salvini dovesse avere la meglio. Dobbiamo essere uniti e il tabellone stasera mi darà ragione. Più o meno le parole di Renzi. Numeri, sempre e solo numeri. Ma i numeri dicono anche chiaramente che se si andasse a votare oggi, il Centro destra unito farebbe il pieno: l’Italia quasi completamente azzurra. E’ per questo che Salvini, vittima del suo carattere, quando s’è accorto di avere tutti contro, vecchia storia che si ripete, da Berlusconi a Renzi, ripara ad Arcore, in cerca dell’appoggio dell’antico alleato, il quale,da tempo immemorabile, gli andava ripetendo: “Torna a casa”. Nessun uomo è un’isola, neanche un supermercato lo è. Chissà cosa gli verrà chiesto in cambio a Palazzo Grazioli. Certo che, come ha detto Sallusti, “Berlusconi lo freghi una volta sola”.Cosa succede nel frattempo in casa cinque stelle? Che “a criatura” è stata presa per mano dal clown, che spunta ogni volta che c’è un pericolo in vista. “Dobbiamo cacciare i barbari” Ma i barbari non erano quelli che dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno? Anche per Grillo i mesi passano e lo smalto ha perso la sua brillantezza. Però la coppia Renzi-Grillo è una sorpresa. Ieri, a giochi ormai fatti e trovata ognuno la propria collocazione dopo uno scambio di battute su chi è più abbronzato in Senato, Salvini tenta la riscossa e calal’asso: accetto la sfida di Di Maio. Voteremo a favore della riduzione di 345 parlamentari e il giorno dopo si andrà a votare. Scombussolamento generale. Ma c’è sempre Mattarella che, con la sua calma, piuttosto che sciogliere le Camere e portare il paese alle urne, camminerebbe sui carboni ardenti. E’ proprio sull’appoggio del presidente che fanno affidamento i grillini e Renzi. A proposito, non fu Renzi stesso a volere Mattarella al Colle? L’imparzialità del Quirinale è così scontata? Quindi,avanti con la parlamentarizzazione della crisi. Il voto è la via maestra delle democrazie mature e non è la fine del mondo nemmeno nelle democrature dove i risultati spesso non corrispondono alla volontà popolare. La Spagna, in tre anni è andata al voto quattro volte e il paese non ne ha risentito affatto. Ma l’Italia con i bizantinismi, le ripicche, i complotti, gli accordi sotto banco, le ritorsioni e le vendette assomiglia di più alla Libia che a qualunque altro paese occidentale. Però, Salvini non ha ancora ritirato i suoi sette ministri. E’ segno che non si fida delle istituzioni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.